Lezzeno

Ilicic, Atalanta giochi con il sorriso

"Dobbiamo giocare col sorriso, quella è la cosa più importante. Con Luca Percassi, a Verona, nello spogliatoio, ce ne siamo scambiato uno: se vinci è anche più facile". Josip Ilicic, sbloccatosi con la tripletta al Chievo, saluta il suo ritorno alla piena efficienza dopo l'infezione batterica ai linfonodi del collo che l'aveva tenuto fermo da luglio a settembre: "In quei due mesi sotto antibiotico ho capito che il pallone non era tutto, non volevo nemmeno vedere le partite - spiega il fantasista sloveno -. Famiglia, compagni e Gasperini mi sono stati vicini. Per me si trattava solo di riprendere il ritmo partita: i gol sono arrivati inaspettati, per un attaccante basta poco per svoltare".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie